“Visioni” il nuovo successo di Piero Salvatori

Piero Salvatori, figura di spicco nel panorama musical New classic italiano, dà adito al suo spirito artistico con l’innovativo libro-album intitolato “Visioni”. Trenta pagine che raccolgono alcuni dei maggiori successi dell’artista, adornate da grafiche e colori vivaci, ma anche ricche di note musicali che si possono ascoltare un QR Code, scannerizzabile dallo smartphone.

Piero Salvatori e un amore incondizionato per la musica

“Sono di un paesino Etrusco dell’Alto Lazio, Caprarola, luogo selvaggio dominato da verdi colline, ricchi noccioli, un potente Lago di Vico, un meraviglioso Palazzo Farnese, abitato da genti forti, legate alla terra e amanti delle Arti. Da queste radici ho tratto l’amore per la musica ma anche per la lettura e la scrittura. Con questo volumetto e con la grafica delle pagine web dove sono caricati brani, che ho realizzato personalmente, sento di avere dato completezza creativa alla mia ispirazione”, racconta l’artista.

Il compositore, violoncellista e pianista, sostiene che la musica non deve essere solo ascoltata ma anche percepita tramite gli altri sensi. Per questo chiama la sua opera “Visioni”, titolo che rimanda immediatamente a un coinvolgimento visivo non solo uditivo.

“Visioni” l’innovativo libro-album

Il libricino, trasportabile in qualsiasi luogo anche in spiaggia, è un vero e proprio viaggio descritto tramite parole e musica, attraverso il quale ci si immerge nei ricordi, nei pensieri, nei sentimenti, nelle persone e nei luoghi che hanno ispirato Salvatori.

Il piccolo volume viene ideato durante il lookdown: insieme all’amica Viviana Barozzi, il musicista italiano pensa a un modo per dare presenza fisica alla musica in un periodo in cui i teatri e le sale da concerto sono chiuse a causa della pandemia. Un lampo di genio permette a Salvatori di creare Visioni: il libro che non è solo un libro, un album che non è da inserire in un vinile. Un perfetto dialogo che incastra e unisce armoniosamente carta, musica e tecnologia.

“Prima nasce la Storia poi la sua Musica; come piccoli e brevi film. Io racconto le mie scene e subito dopo la mia musica diventa la loro colonna sonora. In ogni nota, in ogni cambio di ritmo, in ogni nuova atmosfera, ritornerete a vedere con i vostri occhi e il vostro cuore ogni singola frase, ogni singolo luogo, ogni singolo sguardo che li hanno ispirati”, conclude il musicista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.