L’idroscalo senza gravità per qualche ora di leggerezza con il circo di Mosca

Decollato il primo di ottobre, ancora non si è fermato il circo di Mosca in scena all’Idroscalo. Inizialmente prevista per il 14 novembre, l’ultima messa in scena è stata spostata al 28 novembre per le continue richieste di biglietti.

Un circo tutto nuovo

Il circo di Mosca è uno dei più famosi al mondo, ma anche dei più innovativi. Gli spettacoli infatti si basano su performance di artisti pluripremiati: escapologi, flamenco acrobatico in vasche d’acqua, spari con le balestre su bersagli umani, maestri del brivido e le moto volanti. Le performance sono ricercate e incredibili. La base è sfidare qualsiasi legge di gravità. Donare qualche ora di serenità e svago a tutti gli spettatori che cercano brividi dal vivo e non più davanti allo schermo, seduti sul divano.  

Spettacolo moto volanti

Il brutto anatroccolo

Spettacolo nello spettacolo. All’interno della performance circense spazio anche alla solidarietà con il brutto anatroccolo. Si tratta di un progetto d’informazione che sostiene la prevenzione del melanoma cutaneo. Ideato e promosso dall’onorevole Maria Teresa Baldini, medico chirurgo specialista che annovera anche esperienza decennale all’Istituto dei Tumori di Milano, dove ha affiancato il professor Umberto Veronesi e il luminare del melanoma a livello mondiale prof. Natale Cascinelli. La pièce parla di questo brutto anatroccolo, che non è altro che un neo diverso da individuare precocemente, apparentemente un “anatroccolo”, ma che in realtà nasconde una natura diversa da come appare. L’opera coinvolge grandi e piccini unendo la parte formativa, riguardante l’educazione sanitaria, a quella di intrattenimento ponendo attenzione alla prevenzione anche in momenti di svago.

Per maggiori informazioni visitate il sito: www.circodimosca.it

I biglietti invece sono disponibili su TICKETONE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *