Pavia si tinge di rosa: diventa capitale dello sport femminile

Giorgio Benaglia, imprenditore pavese, vuole fare della città affacciata sul Ticino la capitale dello sport femminile. “Pavia in Rosa”, così è stato ribattezzato il progetto che coniuga la voglia di fare sport con l’esigenza di studiare. Protagoniste sono le ragazze dell’Academy Pavia, squadra femminile di calcio che al termine della scorsa stagione è stata promossa in serie C. Giocano per vincere, certo. Ma anche, e soprattutto, per spalancare le porte ad altre donne: nello sport e nella società.

Dal campo di calcio alla vita

L’Academy Pavia è la punta di diamante di questa sfida ambiziosa, piena d’amore e colma di passione. Concrete, ambiziose, capaci, sorprendentemente forti. Sono solo alcune delle caratteristiche dell’universo femminile, che “Pavia in Rosa” ha sintetizzato nell’hashtag #NatePerStupire. In maglietta e pantaloncini, le ragazze allenate da mister Martinotti, tutte le domeniche lottano su ogni singolo pallone per lanciare un messaggio: ogni donna può vincere, contro ogni avversario, sul campo e nella vita. “E noi vogliamo aiutarle a farlo”, sottolinea il presidente, Giorgio Benaglia.

Giorgio Benaglia

Gemellaggio con Parigi

Pavia capitale dello sport femminile, quindi. Ma non solo: quella creata dal patron pavese è una realtà che si estende oltre i confini nazionali. Pavia Academy, infatti, è gemellata con il Paris Saint Germain con cui si realizzerà un piano di scuola e sport. Tra i futuri progetti  della fondazione c’è anche quello di riunire altre società sportive femminili, accogliere studentesse/atlete provenienti da ogni parte del mondo, dare loro la possibilità di coltivare la propria passione sportiva e di continuare a studiare per avere uno sbocco nel mondo del lavoro. Già ora, a ogni atleta associata “Pavia in Rosa” garantisce un supporto totale: dalle cure mediche all’assistenza legale.

Pavia capitale dello sport femminile

“Pavia come capitale dello sport femminile diventerà un punto di riferimento, un esempio da seguire, una guida – sottolinea con orgoglio Benaglia –. Una sfida nata da zero, con una nuova società sorta dalle ceneri delle precedenti esperienze giovanili di un vivaio che era stato lasciato a sé stesso e che ora sta proseguendo nel progetto della squadra femminile. Una gara con noi stessi, e per tutti, che vogliamo vincere”.

La squadra del Pavia Academy

Solidarietà

La solidarietà è un punto fondamentale per l’Academy Pavia. Nei mesi scorsi, Benaglia ha messo all’asta le magliette originali e autografate di Kylian Mbappé e Gigio Donnarumma. Grazie al dono dei due fuoriclasse del Psg, sono stati raccolti oltre cinque mila euro. “Somma che abbiamo deciso di devolvere ai due reparti di Pediatria degli ospedali pavesi. Durante la stagione proseguiremo con altre iniziative simili a favore delle realtà del territorio”, conclude Benaglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *