Business.it racconta dell’azienda agricola Belluco Farm

L'azienda padovana che sceglie di investire nel biogas e nel marketing innovativo

La Belluco Farm dal 1962 ad oggi è stata in grado di unire, ai valori tradizionali, scelte innovative che le hanno permesso di diventare leader nel settore, con prodotti di estrema qualità nel rispetto degli animali e dell’ambiente. Il benessere degli animali è una priorità a cui i gestori hanno deciso di puntare. Al loro arrivo, i vitelloni,  vengono controllati dal veterinario e vaccinati.
Dopo un periodo di adattamento, divisi per gruppi omogenei nei box all’interno delle stalle, dove trovano una lettiera asciutta, due abbeveratoi e, quando fa caldo, un sistema di aereazione. 

La Belluco Farm si è contraddistinta non solo per l’attenzione al benessere dei propri animali ma per alcune scelte innovative.
Un investimento messo in pratica dai Belluco è stato quello nelle energie rinnovabili: nel 2011 è stato attivato il primo impianto di biogas (da 525 kW) e l’impianto fotovoltaico (da 100 kW); nel 2014 il secondo impianto biogas da 300 kW. Non sono impianti di grandi dimensione, ma a misura di stalla. 
L’80% dell’energia è ricavata a partire dal liquame e dal letame prodotto dai tori presenti nella stalla, trasformando quello che veniva considerato un rifiuto in una risorsa che contribuisce all’economia dell’azienda e, cosa ancora più importante, aiuta l’ambiente.

Belluco Farm, impianto Biogas

Gli impianti agricoli a biogas, infatti, risultano più ecologici rispetto alla gestione tradizionale del liquame e del letame perché risparmiano il 60% delle emissioni equivalenti di CO2. Nella procedura tradizionale i liquami e il letame verrebbero prima stoccati dai contadini e poi distribuiti sui campi come fertilizzanti, emettendo così più CO2 e metano rispetto alla loro gestione attraverso l’impianto a biogas.

Uno studio del Tis Innovation Park sugli impianti a biogas ha evidenziato che gli impianti biogas producono più energia di quanta ne consumano e immettono meno CO2 nell’ambiente rispetto ad una gestione tradizionale di liquami, letame e rifiuti organici da raccolta differenziata. In altre parole sono fedeli alleati dell’ambiente contro il cambiamento climatico. Questa scelta fornisce alla Belluco l’autorevolezza di un’azienda agricola al passo con i tempi. 

L’azienda padovana ha scelto anche un marketing che, ad oggi, la distingue da molte altre.
Marco Belluco, il più giovane della famiglia, ha puntato sui social per raccontare ogni giorno quello che accade in azienda. L’interesse suscitato da questa pagina lo ha sottolineato anche la rivista Business.it in un articolo. Per approfondire l’argomento, conoscere nei dettagli la Belluco, scoprirne i prodotti  e  tutte le sue attività, potete seguire il profilo Instagram di Bellucofarm, che tutti chiamano ormai”Crazy Farm”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *