LA DIETA SIRT, PER DIMAGRIRE IN SALUTE.

LA DIETA SIRT

Di certo, ne avrete sentito parlare. Ideata da due nutrizionisti inglesi, Aidan Goggins e Glenn Matten, la dieta Sirt è stata provata con successo da molte persone dello spettacolo. Ma qual è il plus di questo nuovo regime alimentare? Anzitutto, si tratta di un’innovativa e rivoluzionaria combinazione tra quei cibi cosiddetti Sirt e restrizione calorica, che promette di perdere peso senza, però, troppe rinunce. Come? Ben 20 sono i cosiddetti cibi sirt che, come spiega la dott.ssa Irma Pagnacco, medico chirurgo e esperta in Nutrizione in Cerva 16 “Attivano alcuni geni che codificano le sirtuine, le proteine che aiutano le cellule a sopravvivere in condizioni di stress ambientale. Il tutto, attraverso un meccanismo simile a quello del digiuno, ma senza i suoi svantaggi. Una dieta che finalmente fa dimagrire in salute.

I CIBI SIRT

Sono stati individuati 20 cibi sirt che, superegolatori del metabolismo, stimolano il consumo di grassi e, nel contempo, promuovono l’aumento della massa muscolare e anche la salute delle cellule. La chiave di tutto sono le sirtuine, le sostanze contenute in questi alimenti con potere di attivare i geni della magrezza. Ma quali sono questi alimenti? Peperoncino Bird’s Eye, grano saraceno, capperi, sedano, cacao, caffè, olio extravergine d’oliva, Tè verde (sopratutto macha), cavolo riccio, levistico, datteri medjoul, prezzemolo, radicchio rosso, cipolla rossa, vino rosso, rucola, soia, fragole, curcuma, noci. Abbinare questi cibi Sirt al pesce o altri alimenti ricchi di proteine, ne amplifica gli effetti positivi, promuovendo il dimagrimento in salute.

UNA DIETA SIRT

Efficace per il dimagrimento e anche per il suo effetto benefico sulla salute, la dieta Sirt si svolge in due fasi. Come spiega la dott.ssa Pagnacco, responsabile del Progetto Fitness in Cerva 16 che, al fianco della dott.ssa Federica Almondo, elabora schemi dietetici personalizzati, regimi alimentari anti-aging  e schemi dietetici  basati sul profilo genetico: “La fase 1 che dura 7 giorni prevede la combinazione tra restrizione calorica e un’alimentazione ricca di cibi Sirt. Per passare poi alla fase 2 della durata di 14 giorni: questo è il periodo del mantenimento, al fine di consolidare il dimagrimento. E perché no, in alcuni casi, perdere ancora peso. E’ importante consumare il “succo verde”: un centrifugato in grado di depurare e, nel contempo, saziare.

La dieta Sirt può essere ripetuta di tanto in tanto. A seconda delle necessità.

LA DIETA SIRT NON E’ ADATTA A TUTTI.

“La dieta Sirt è adatta a individui in salute – conclude Pagnacco. Da seguire solo per periodi brevi, visto l’apporto calorico ridotto e la limitazione di alcuni gruppi alimentari. Tuttavia, stiamo parlando di un regime alimentare “inclusivo”, visto la promozione di cibi di non così comune consumo. A parte nella prima settimana, quando vengono banditi molti alimenti, come i cereali”.

 

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *